I “CAFONI” SENTIMENTALI

bellezze nudo in spiaggia art.

I “CAFONI” SENTIMENTALI

(articolo pubblicato su D.it)

I “cafoni sentimentali” sono quella particolare tipologia di uomini che nell’interazione con una donna, ma probabilmente non solo, mettono in campo atteggiamenti e modi di fare privi di interesse, stile, educazione, attenzione e seduzione. In realtà si comportano in un modo del tutto naturale e inconsapevole spesso della loro maleducazione, adducendo “la parità tra i sessi” come un dictat in cui la differenza di genere viene annientata nelle sue peculiari caratteristiche e le regole dell’attrazione si mortificano in nome del: “siamo uguali e non devo conquistarti se tu non fai altrettanto e allo stesso modo”. In quest’ottica il corteggiamento non diventa più un momento intrigante di gioco psicologico e danza relazionale, ma solo una banale interazione dove si appiattiscono le aspettative e dove l’incontro diventa un campo arido, noioso e superficiale. E’ come se questi uomini fossero più interessati a raggiungere un obiettivo quantitativo (e nemmeno per forza sessuale!) con pochi sprechi di energia, piuttosto che motivati alla reale conoscenza e scoperta dell’altra.

In altri casi, invece, è la nuova complessità femminile a farli retrocedere e non ritrovarsi più nelle vecchie regole del corteggiamento, per cui la passività diventa una strategia difensiva per nascondere l’iniscurezza e la paura di essere “divorato” dalla femmina moderna apparentemente sempre più esperta e sfacciata.

Cosa può esserci dietro questo atteggiamento

Dietro questo tipo di atteggiamento possono esserci alcune variabili sociali e psicologiche tra i due generi maschili e femminili.

La grande “offerta” di donne sempre più emancipate, adeguate, autonome, competenti e consapevoli, ha via via ridotto la motivazione alla “caccia” che antropologicamente è sempre stata la spinta al movimento maschile e la base poi del corteggiamento e del gioco di seduzione tra sessi. In un’epoca in cui l’accesso alla sessualità e, al femminile in genere, è facile, abbordabile e spesso consegnato “ a domicilio” (vista la grandissima quantità di donne single straordinarie alla ricerca di un uomo!), questo ha inevitabilmente fatto perdere interesse e capacità di giocare e prepararsi agli incontri in modo sofisticato e non banale. I “cafoni sentimentali” non sono inevitabilmente uomini squallidi ma, anzi, spesso, uomini in gamba di “alto profilo”, semplicemente “viziati” ed abituati ad ottenere e conquistare il massimo con il minimo sforzo. Il grandissimo proliferare, inoltre, dei luoghi di incontro e socializzazione virtuali, come chat e social network, contribuiscono fortemente al massimizzare la conquista stereotipando i comportamenti, producendo da una parte l’aumento della disinibizione comunicativa, ma dall’altra impoverendo, nell’incontro diretto, la fantasia, la capacità e competenza nell’arte della seduzione.

Gli effetti sulle donne

Il risultato è che sempre più donne lamentano lo squallore degli incontri con l’altro sesso. Lamentano l’impossibilità non solo ad avere una relazione affettiva, ma, incredibilmente anche solo ad avere una storia più leggera basata anche solo sulla sessualità. Il gioco si interrompe sul nascere, il feeling iniziale fatto di parole e di scambi in apparenza interessati, si trasforma troppo presto in assenza, silenzio e totale disinteresse.

Ma, paradossalmente, è proprio la frustrazione e la più libera determinazione nel provare e sperimentare sempre nuovi incontri alla ricerca di quello giusto, che sembra produrre l’impigrimento maschile, in cui lui, spesso, non deve far altro che aspettare la nuova donzella con cui provarci e spesso riuscirci (anche solo per una notte) a fatica zero. Questa svogliata “non seduttività” dilagante, ovviamente, produce nelle donne un atteggiamento sempre più agitato, ansioso, a volte aggressivo, e comunque di dichiarata e diffusa insoddifazione nel rapporto con l’uomo, dove si amplifica il divario tra la realtà delle esperienze e il principio ideale di riferimento che rimane, che ci piaccia o no, da sempre lo stesso: galanteria, attenzione, gioco erotico e unicità nell’interazione seduttiva.

Come impedire il dilagare dell’ ”epidemia”

In genere i cafoni sentimentali sono riconoscibili da subito per la carenza di stile e attenzione già nella fase iniziale della conoscenza. L’importante è che la donna lasci il giusto spazio all’interazione per verificare i movimenti spontanei dell’altro e valutarli. Quindi meglio evitare di fare tutto da sole (inviti, sms, proposte, contatti, regali, etc), meglio godersi e promuovere le proprie caratteristiche femminili senza sostituirle con quelle maschili tanto più se si percepiscono carenti. Se l’altro non “spreca” energia positiva e seduttiva per conquistarci allora non ne vale la pena punto. Il che non significa aspettare passivamente, ma piuttosto rimanere concentrate sulle infinite e straordinarie armi di seduzione connaturate con l’essere femmina.

Accettare di frequentare tipi cosi “aridi” senza contrastarne la povertà comportamentale, risulta improduttivo perché è un modo per contribuire alla loro “cafonaggine” sentimentale, nel senso di fargli ottenere un risultato senza nessun impegno e soprattutto con una disparità eccessiva nel gradimento finale. E’ un po’ come rinforzare un atteggiamento sbagliato che non ci piace, che non ci gratifica e seduce, ma che accettiamo e al quale cediamo per sconforto e “disperazione”. Inoltre, l’interazione con i cafoni sentimentali amplifica la voragine di differenze tra i sessi rendendo i due generi sempre più incomprensibili e deludenti gli uni per gli altri.

Come comportarsi quando ci si imbatte in un CS

Se l’altro è un cafone beh allora insegniamogli l’educazione! Non evitiamo di dirgli cosa pensiamo di lui e del suo squallido modo di relazionarsi perchè “tanto non ne vale la pena”, vale sempre la pena dare un feedback all’altro specie se è sicuro, compiaciuto ed arrogante nel suo modo di comportarsi disfunzionale. Forse non lo cambieremo noi (ma magari cento di noi si!), però almeno uno specchio rotto nella sua collezione lo avrà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *